Comunicazione non verbale nella docenza estetica

Master in Scienze Estetiche della Formazione, diventa professionista della docenza estetica! 

Iscrizioni aperte per il Master in partenza ottobre 2020,

sede di Mestre (Venezia), formula un weekend al mese.

La comunicazione non verbale svolge un ruolo significativo nella nostra vita, in quanto può migliorare la capacità di una persona di relazionarsi nello stabilire interazioni significative nella vita di tutti i giorni. Una migliore comprensione di questo tipo di comunicazione può portare le persone a sviluppare relazioni più forti con gli altri. Spesso definita come linguaggio del corpo, la comunicazione non verbale può assumere molte forme e può essere interpretata in più modi da persone diverse.

Ogni movimento e combinazione di movimenti del corpo – come i cambiamenti nella postura, la direzione degli occhi, i gesti e le espressioni sul viso – forniscono segnali agli altri. Questi segnali possono essere sottili o ovvi o possono essere contraddittori: una persona potrebbe dire una cosa mentre il linguaggio del corpo trasmette un messaggio completamente diverso. Questo potrebbe essere particolarmente vero quando una persona non sta dicendo la verità. Poiché la comunicazione non verbale è spesso istintiva e in genere non è facile da falsificare, è generalmente più indicativa dei veri sentimenti di una persona.

Le forme di comunicazione non verbale sono varie e possono fornire una visione approfondita dei pensieri e / o dei sentimenti di una persona. Le forme di comunicazione non verbale possono essere classificate per comprendere meglio il loro posto nelle interazioni quotidiane:

  • I gesti includono il movimento degli arti.
  • La postura si riferisce sia alla posizione del corpo da sola che in relazione agli altri.
  • I movimenti del corpo possono includere qualsiasi movimento del corpo.
  • Il contatto visivo e i movimenti sono la direzione e il focus degli occhi di una persona.
  • Il tono della voce è la gamma di tonalità della voce che può comunicare qualcosa di diverso dalle parole pronunciate. Ad esempio, il sarcasmo può dare alle parole di una persona un significato completamente diverso.
  • Le espressioni facciali si riferiscono a qualsiasi movimento e cambiamento della composizione facciale.

La comunicazione non verbale viene spesso utilizzata insieme alla comunicazione verbale per ripetere, enfatizzare, supportare o contraddire un messaggio verbale. Può anche servire al posto di un messaggio verbale.

Vuoi avere più informazioni sulla docenza estetica? Contattaci oppure chiamaci direttamente allo 041 962820 per parlare con la nostra sede di Mestre (Venezia)!